ombra

Alcamo: la dolce primavera della costa siciliana

Alcamo, tempio di Segesta

Primavera siciliana

I fiori dipinti con i colori dell'arcobaleno, il profumo dolce della vegetazione appena nata, il blu intenso del cielo e del Mediterraneo. Con la bella stagione la Sicilia si trasforma in uno spettacolo mozzafiato. Proprio la primavera è il momento migliore per visitare il golfo di Castellammare, nella zona occidentale dell'isola, vero scrigno di bellezze naturali e tesori architettonici. Un'ottantina di chilometri fra San Vito lo Capo e Punta Raisi, il cui cuore è la bella Alcamo, alle pendici del monte Bonfanto, quasi certamente patria di uno dei primi poeti della scuola siciliana, il celebre Cielo.

Alcamo, un tesoro da scoprire

Città di vino e d'arte, con il castello dei conti di Modica, gli antichi palazzi e le chiese del centro storico, Alcamo è uno dei centri più importanti della provincia di Trapani. Da qui si può godere di una spettacolare vista sul golfo e della campagna ricca di vigneti, frutteti, oliveti. Si può passeggiare fino a perdersi fra strade, viuzze e inerpicarti fino alla rocca del castello. Spingendosi un poco nell'entroterra si può ammirare Segesta, con il maestoso tempio dorico e l'anfiteatro greco, ancora oggi utilizzato per le rappresentazioni estive. Non distante dall'area archeologica, poi, ci si può rilassare con un bagno termale completamente gratuito, immergendosi nelle acque sulfuree del fiume Caldo, dove la temperatura dell'acqua supera i 45 gradi. Affacciato sul golfo, si trova l'antico borgo di Scopello, pittoresco baglio del Seicento con poche case, una piazzetta lastricata e un abbeveratoio di pietra. Il nome deriva dal greco skopelòs, scoglio, e infatti ci si può perdere i faraglioni di fronte alla tonnara, una delle più antiche di tutta la Sicilia.

Le golosità di Alcamo

Se ti sei già innamorato di Alcamo e deciderai di approfittare di qualche giorno di vacanza per goderti la primavera siciliana, non trascurare il lato gastronomico. Se sei un amante del vino, non perderti gli aromi dell'Alcamo Doc o del rosso Syrah. Se ami i piaceri della tavola puoi gustare arancine e timballi, pesce freschissimo e gustoso (merito delle acque particolarmente saline), o ancora il cous cous, le granite, le paste di ricotta e crema di latte note come minni di virgini, per la forma che ricorda un seno.

Scopri le meraviglie di Alcamo

1

Scopri le meraviglie di Alcamo

Scopri le meraviglie di Alcamo

Visita il meraviglioso Tempio di Segesta

2

Visita il meraviglioso Tempio di Segesta

Visita il meraviglioso Tempio di Segesta

Segesta. Storia, cultura, arte, archeologia

3

Segesta. Storia, cultura, arte, archeologia

Segesta. Storia, cultura, arte, archeologia

La cucina trapanese e delle isole

4

La cucina trapanese e delle isole

La cucina trapanese e delle isole

Vota questo articolo
Rating : 0.0
(ancora nessun voto)

di: Personal Dreamer