ombra

Alla scoperta delle cripte del Castello Sforzesco

Alla scoperta delle cripte del Castello Sforzesco

Esistono dei luoghi più misteriosi e affascinanti dei sotterranei di un castello? Romanzi d'avventura e spettacolari film hanno contribuito a rendere gli oscuri meandri dei palazzi nobiliari la sede ideale per cospirazioni, trame nascoste e passaggi segreti labirintici, ma anche per custodire preziosi tesori o oggetti da nascondere alla vista. È praticamente sterminata la galleria di esempi di storie, film e leggende che hanno avuto come protagonisti i sotterranei dei castelli. Ma oggi? È possibile visitare questi luoghi un tempo riservati a un numero ristrettissimo di privilegiati e rivivere le misteriose avventure che nei secoli vi si sono svolte? La risposta è sì. In tutta Italia sono infatti numerosi i castelli visitabili in cui è possibile scendere anche nelle cripte.

Personal Dreamer però ti vuole parlare di un castello molto più a portata di mano. Un castello che si trova nel cuore di una città che tutti conoscono, Milano. Stiamo parlando del Castello Sforzesco. Pochi sanno che la sede degli Sforza ha un intricato dedalo di stanze e sale sotterranee, che oggi ospitano esposizioni e musei, e sono aperte al pubblico. Ma ancora meno, anche tra i milanesi doc, conoscono un piccolo gioiello nascosto e, è il caso di dire, segreto, che si trova proprio in pieno centro città, a due passi dal Castello. Si tratta della cripta di San Giovanni in Conca. Situata in piazza Missori, è ciò che resta di una antica basilica del IV secolo d.C., riedificata nell'XI, distrutta dal Barbarossa e ricostruita nel '200, quando divenne la cappella funeraria dei Visconti, e ne ospitò i resti. Nei secoli, la chiesa ha passato diverse vicissitudini, fino alla demolizione, nel 1949, che ha risparmiato appunto solamente la cripta, unico esempio romanico esistente a Milano. È davvero molto suggestivo, per chi visita la città, imbattersi in questo luogo fuori dal tempo, che esternamente si presenta solo come una rovina (nemmeno molto ben mantenuta, a dire il vero), incastonata tra hotel e palazzi di banche e aziende, e che invece nasconde una splendida cripta a volte e pilastri, che fa respirare il sapore dei secoli e dei grandi personaggi che li hanno vissute da protagonisti. Questo luogo ricco di storia e di fascino (non molti anni fa sono stati trovati anche dei reperti di epoca latina) è visitabile, gratuitamente, dal martedì al sabato, grazie alla meritoria opera dei volontari del Touring Club, mentre i monumenti funebri e altri reperti sono ospitati proprio nel Castello Sforzesco, all'interno del Museo di Arte Antica.

E dopo questo antipasto, per così dire, siete pronti per il piatto forte, ovvero il Castello. Ad aggiungere suggestione a suggestione, le cripte di questo palazzo ospitano la sezione preistorica e quella dedicata agli Egizi del museo Archeologico, il tutto con un biglietto di ingresso dal prezzo davvero modico. Naturalmente, però, in altre ali del Castello sono ospitate esposizioni altrettanto interessanti, dalla Biblioteca Archeologica e Numismatica, alla Biblioteca d'Arte, al Centro Studi sulle Arti Visive, per non parlare del Museo degli Strumenti Musicali, della Pinacoteca, della Raccolta d'Arte Applicata. Naturalmente, l'accesso a tutti questi musei presenta formule particolarmente interessanti per tour organizzati, scolaresche e bambini.

Insomma, il Castello Sforzesco e la sua nascosta propaggine della Conca di San Giovanni sono pronti a offrirti una giornata intera all'interno di merlature e stanze lussuose, nonché di passaggi sulle mura e misteriose cripte sotterranee. Sei pronto a sentirti, per un giorno, come un nobile cavaliere medioevale alla scoperta dei misteriosi segreti delle cripte?

Vota questo articolo
Rating : 0.0
(ancora nessun voto)

di: Personal Dreamer