ombra

Arte terapia: il nuovo strumento di formazione manageriale

L'arte terapia aiuta a migliorare le proprie performance sul lavoro, superando gli ostacoli con creatività.

Non più momenti di formazione dedicati solo alla gestione ottimale del tempo o all'affinamento del problem solving. Oggi la nuova frontiera per diventare un manager di successo è sviluppare la creatività e le competenze trasversali con un programma apposito, l'arte terapia. Attraverso la sperimentazione di materiali plastici e l'analisi di opere pittoriche, è possibile infatti attivare un processo di conoscenza di sé che aiuta a crescere professionalmente, a fare squadra e a ridurre lo stress.

Forse non ti saresti mai aspettato che un ambizioso leader aziendale, abituato a vestire in giacca e cravatta, potesse mettersi di fronte ad una tavolozza di colori a tempera e dare vita ad una composizione astratta. In realtà, tramite l'acquisizione di tecniche espressive, un coach ha la possibilità di lavorare sulle difficoltà di approccio, di relazione e di gestione del lavoro, imparando a sfidare la propria immaginazione e ricercando soluzioni sempre più innovative. L'incremento della creatività, per chi si trova al timone di una realtà produttiva, diventa quindi uno strumento per sviluppare la capacità di intervento nei problemi aziendali e in grado di migliorare ogni strategia con un pizzico di originalità in più.

Dall'ambito più comune a quello manageriale, infatti, ogni processo di produzione o di fruizione artistica permette di superare la rabbia repressa, gli ostacoli e di definire nuovi obiettivi: basta soltanto cominciare una nuova attività, che sia modellare la creta o cimentarsi nel mosaico, o ammirare un capolavoro artistico del passato, e si potrà imparare piano piano ad essere più consapevoli delle proprie emozioni e cominciare a modificare l'approccio al lavoro quotidiano.

Per migliorare ad esempio le abilità di coaching ti consigliamo di fare un salto al British Museum o di soffermarti di fronte a una riproduzione del Discobolo di Mirone. In questa scultura l'artista greco ha deciso di immortalare il momento di massima tensione fisica che precede il lancio del disco. Se è vero che il coaching nasce come tecnica per incrementare le performance (sportive e non solo), il manager ha il dovere di promuovere nel proprio collaboratore l'espressione e lo sviluppo del suo potenziale umano, con lo scopo di incoraggiarlo a migliorare le sue performance e raggiungere obiettivi sempre più ambiziosi: caratteristiche incarnate alla perfezione da quest'opera. Ecco quindi che, in questo caso - ma gli esempi sono veramente numerosissimi - l'arte diventa qualcosa di più della semplice ammirazione del "bello", ovvero uno strumento utile a cambiare il proprio sguardo sull'attività professionale.
E tu, che cosa a spetti a fare una bella scorpacciata di opere d'arte e diventare ancora più competitivo in ufficio?

Vota questo articolo
Rating : 0.0
(ancora nessun voto)

di: Personal Dreamer