ombra

Fugu: il sushi delizioso per i buongustai amanti del rischio

D'aspetto è piuttosto strambo, il nome è particolarmente buffo, il sapore, almeno stando a chi l'ha assaggiato, è ottimo. Unico dettaglio: se non viene preparato in maniera adeguata, può causare la morte dell'incauto buongustaio. Stiamo parlando del pesce palla, conosciuto in Giappone come fugu, piatto tipico della cucina nipponica. Se sei un fan del sushi o ti piace provare le ricette di Paesi lontani, sfidando le tue paure anche a tavola, allora ti suggeriamo di fare i bagagli e di provare, con prudenza e buon senso, questa prelibatezza.

Ma di che cosa si tratta? Il fugu è uno dei piatti tradizionali più antichi del Giappone. Viene infatti consumato da secoli e le prime tracce di questa specialità culinaria risalgono al periodo Jamon. Nonostante i divieti (e successive "riabilitazioni"), è diventata una delle ricette più note e famose delle isole nipponiche. A causa della sua pericolosità, dovuta alla presenza, all'interno degli organi del pesce palla, di una dose letale di tetrodotossina, veleno che può essere più potente del cianuro, in Giappone può essere preparata solo da cuochi autorizzati. È inoltre proibito servire questa pietanza all'Imperatore, per non mettere a repentaglio la sua vita.

Ma nonostante la sua oscura fama, il fugu non solo è commestibile, se lavorato in maniera adeguata, ma è anche una vera e propria prelibatezza. Grazie alla loro abilità, gli chef specializzati sono infatti in grado di eliminare le parti letali. Se vuoi assaggiare questa delizia devi però procurarti un biglietto per il Giappone: in Italia, infatti, il consumo di fugu è stato vietato nel 1992. Per cui non resta che imbarcarsi sul primo volo disponibile e, armato di coraggio, recarti nei migliori ristoranti autorizzati. Qui si potrà assaggiare il pesce palla nel famoso fugu-chiri, preparato insieme agli ortaggi, oppure fritto, nel fugu kara-age. Ma la vera specialità è il sashimi di fugu, a base di fettine di pesce tagliate sottili. Una gioia per il palato e anche per gli occhi, visto che questo piatto viene servito con un occhio di riguardo anche all'estetica, con le varie parti disposte a forma di... crisantemo!

Insomma, se sei un buongustaio amante del rischio, questa è un'esperienza che potrebbe fare al caso tuo!

Vota questo articolo
Rating : 0.0
(ancora nessun voto)

di: Personal Dreamer