ombra

In quale parte del corpo senti la paura?

In quale parte del corpo senti la paura?

Avere paura, sentire la paura, avvertire una situazione di paura... chi non prova di tanto in tanto quella sensazione fisica che blocca il respiro, impedisce di camminare, provoca un "nodo" allo stomaco o un "tuffo" al cuore? La paura è una difesa istintiva della nostra parte "animale"; ci difende dal pericolo e ci prepara ad aggredire o a scappare. Ma c’è paura e paura: uno spavento può bloccarci il respiro, il terrore può prendere la pancia, il panico può far "impazzire" il cuore, l'orrore farci venire i brividi di sudore...

Tutte queste emozioni e sensazioni hanno un stretto legame con il corpo, che reagisce in modo differente ai vari stimoli pericolosi. Ma ormai la paura non è più rappresentata dall'attacco di una belva feroce e non è sempre un nemico tangibile e visibile... non è solo lo shock di uno scippo subito o il terrore di un coltello puntato alla gola, ma è qualcosa di più insidioso, che sta dentro di noi e che spesso non riusciamo a comprendere appieno.
Non capita che a volte una situazione che consideriamo assolutamente tranquilla e innocente, scateni improvvisamente un forte senso di minaccia o di timore? Non sappiamo perché, ma sentiamo quella forte sensazione che ci invade. Tutto il corpo è teso e la mente cerca, girando a vuoto, una via di fuga da quel senso di oppressione.

Un'antica regola afferma: "Non ci può essere una mente agitata in un corpo rilassato". E proprio ascoltando il corpo possiamo affrontare le nostre paure.
Ma dove si sente la paura? La risposta è quasi immediata per ciascuno di noi. Nella pancia, nel cuore, sulla pelle e chissà in quali altri punti del nostro corpo. Il primo istante magari è di immobilizzazione... e poi? Cosa accade? Qual è la parte più fredda del nostro corpo? E qual è il punto che sentiamo "più protetto" nel quale rifugiarsi con il respiro?

Quando, per esempio, un amico o un'amica ci parla della sua paura per quel nuovo lavoro, o per le parole che non riesce a dire al partner, ad un genitore, o al suo capo, probabilmente saprà localizzare prontamente il punto del corpo in cui la sente, ma difficilmente saprà spiegarsi per quale motivo è proprio lì. Se ci concediamo un po' di tempo per rilassare il corpo e individuare i punti in cui è bloccato e quelli dove invece è più tranquillo, la mente con le sue immagini sarà in grado di sciogliere le tensioni dovute alla paura e ritrovare quel piacevole benessere che proviene da un corpo rilassato e da una mente tranquilla.

Ma solo il nostro istinto e la nostra intuizione potranno dare alla paura una voce, una forma, anche un colore, tanto da poterla identificare in un nome e in un'immagine, così da poterla attenuare, impedendole di prendersi troppo spazio dentro di noi.

E tu in quale parte del corpo senti la paura? Sei interessato a capire come superarla?

di: Personal Dreamer