ombra

Kastellorizo: l'isola greca dimenticata

L'affascinante isola greca di Kastellorizo

Kastellorizo, conosciuta anche con il nome di Megisti, è un'isola della Grecia situata all'estremità orientale del territorio ellenico. Si trova infatti a meno di tre chilometri dalle coste della Turchia, mentre circa 130 chilometri la separano da Rodi, da cui dipende amministrativamente.

Abitata fin dai tempi antichi, quest'isola ha ricevuto nei secoli numerose dominazioni e influenze culturali. Il porto naturale, protetto dalle intemperie e con fondali profondi, che si rivelano perfetti per l'ancoraggio e l'ormeggio, ha rappresentato una meta obbligata per tutto il traffico marittimo che viaggiava sulla rotta più orientale del Mediterraneo. Il commercio via mare ha rappresentato per secoli la fortuna dell'isola e ha contribuito in modo importante alla prosperità dei suoi abitanti. Poi, con l'età industriale, il petrolio e le navi a motore, Kastellorizo è entrata piano pian nel dimenticatoio.

Un oblio durato fino al momento in cui il regista Gabriele Salvatores ha deciso di girare proprio in quest'isola la pellicola del 1991 "Mediterraneo", che ricevette, tra gli altri, anche il premio per miglior film straniero. "Mediterraneo" racconta la storia di un gruppo di soldati italiani ai quali viene affidato il compito di sorvegliare una piccolissima isola greca. A causa di un guasto alla radio, i soldati verranno lasciati isolati, senza sapere nulla di quello che accade in Italia, conducendo la propria vita tra amicizie e relazioni con gli abitanti locali, perlopiù anziani, donne e bambini.

Grazie a questo film Kastellorizo ha conosciuto una nuova età dell'oro dal punto di vista del turismo. Sono stati gli italiani, in particolare, dagli Novanta in poi, a scoprire il fascino di questa terra. Uno stile di vita lento e rilassato, che tanto piace ai nostri connazionali, è la caratteristica che per prima salta all'occhio nel momento in cui si sbarca in questo luogo incantato. L'isola è infatti quasi priva di mezzi di trasporto e gli isolani stessi si spostano perlopiù a piedi, passeggiando tra casette fresche e colorate, che ricordano la tavolozza di un artista.

Vota questo articolo
Rating : 0.0
(ancora nessun voto)

di: Personal Dreamer