ombra

Una storia d’amore tra sognatori: John Lennon e Yoko Ono

Una storia d’amore tra sognatori: John Lennon e Yoko Ono

John e Yoko, tra amore, arte e avanguardia

I coniugi Ono Lennon sono una fra le coppie più famose, e forse più discusse, del panorama artistico contemporaneo. Il 20 marzo è l’anniversario del loro matrimonio, celebrato nel 1969 sulla Rocca di Gibilterra.

Entrambi reduci da matrimoni difficili, hanno costruito una relazione così forte da trasformarsi in attivismo politico, in musica, e addirittura (si dice) nella fine dei Beatles. L’amore di John e Yoko muore solo con il tragico assassinio del cantante britannico, avvenuto per mano di un fan, nel dicembre del 1980.

Il primo incontro

La prima volta che John e Yoko si videro, fu nel 1966 ad una mostra dell’artista giapponese. Yoko, proveniente da una famiglia di ricchi banchieri, era dall’inizio degli anni ’60 membro di Fluxus, un gruppo di artisti d’avanguardia. In realtà John poté vedere la mostra di Yoko all’Indica Gallery di Londra in anteprima. Fu da subito affascinato dall’originalità e dall’ironia delle opere della sua futura moglie. In particolare trovò geniale l’opera consistente in una mela, accompagnata da un cartello con scritto il nome del frutto, venduta per 200 sterline. Fu un’altra opera però a far scattare la scintilla: un muro che gli spettatori della mostra avrebbero riempito di chiodi. John chiese di poter inserire il primo chiodo nella parete, e fu solo dopo aver insistito che Yoko acconsentì, ma solo in cambio di 5 scellini. John le propose quindi di inserire un chiodo immaginario, pagando 5 scellini immaginari. Quell’incontro restò impresso nella memoria di entrambi: due anni dopo, John e Yoko iniziarono a frequentarsi.

Gli inizi, il matrimonio e la luna di miele

Yoko e John si frequentano da pochissimo quando lei rimane incinta per la prima volta, mentre lui è ancora sposato con la prima moglie Cynthia. Nel novembre del 1968 Yoko subisce il primo dei tre aborti spontanei che segneranno la sua vita, fino alla nascita, nel 1975, dell’unico figlio Sean. Il 20 marzo del 1969 la coppia convola a nozze nella Rocca di Gibilterra. La luna di miele inizia all’Hilton Hotel di Amsterdam, dove la coppia farà il primo Bed-in di protesta. Dal 26 al 31 marzo giornalisti e fotografi ebbero libero accesso alla camera 1902, dove la coppia si lasciava intervistare in pigiama. John e Yoko volevano protestare in modo pacifico e alternativo contro la guerra in Vietnam. Al Bed-in olandese ne seguirà un altro nello stesso anno, a Montréal, seconda tappa del viaggio di nozze. È proprio nella stanza numero 1742 del Queen Elizabeth Hotel di Montréal che nasce la celebre canzone Give peace a chance. Durante il Bed-In di John e Yoko, un giornalista chiese loro cosa pensassero di ottenere standosene a letto. La risposta di Lennon fu: «All we are saying is give peace a chance», ovvero «Tutto quello che stiamo dicendo è date una possibilità alla pace». Questa frase suonava così bene all’orecchio di John che decise di scriverci una canzone, che cantò diverse volte durante il Bed-In. Il 1º giugno del 1969 fu finalmente registrata nella camera d’albergo, usando soltanto quattro microfoni e un registratore noleggiato. La sessione di registrazione fu seguita con curiosità dalla stampa e da diverse celebrità.
John e Yoko insieme si sentono una forza in grado di cambiare il mondo un messaggio di pace alla volta. Trasformano il sogno di un mondo senza guerra in arte e in protesta, agendo quasi come un’unica entità.

L’addio di John ai Beatles, i progetti della coppia

Ringo Starr, George Harrison e Paul McCartney non vedono di buon occhio Yoko e l’influenza che esercita su John. Infatti, già dall’inizio della sua relazione, John sembra isolarsi dalla band e prediligere il lavoro da solista, affiancato dalla moglie, con cui fonda la Plastic Ono Band. La Plastic Ono Band è un gruppo “virtuale” formato dai coniugi e da chiunque si trovasse, di brano in brano, a suonare con loro. Anche Eric Clapton ha fatto parte del gruppo nel 1969. I Beatles si sciolgono nel 1970, ma John non ne risente. Il suo cuore, da tempo, è altrove. Alla fine dell’anno, John pubblica un album che contiene in singolo Working Class Hero, un brano politicamente impegnato ma anche autobiografico. John infatti è figlio della classe operaia inglese. Nel 1971 Imagine scala le classifiche nel vecchio e nel nuovo continente, diventando per sempre un inno internazionale pacifista

La separazione, il ritorno, la tragica fine

Nel 1973 i coniugi Ono Lennon prendono una pausa. La separazione durerà 18 mesi e sarà un periodo di intensa attività creativa per John. Nel 1975 la coppia si riunisce, e nello stesso anno nasce Sean, il primo ed unico figlio di John e Yoko. Sono proprio l’amore ritrovato per Yoko e la voglia di stare vicino al bambino a determinare la scelta di John di ritirarsi dalle scene. Nonostante la celebrità, per 5 anni John è un padre di famiglia presente, cosa che purtroppo non è stato per il figlio avuto dalla prima moglie, Julian.
Nel 1980 John torna a registrare in studio. Double Fantasy, l’ultimo album di John, esce nel novembre dello stesso anno. L’idillio familiare ritrovato e la carriera di John si spezzano l’8 dicembre del 1980, quando un fan accanito di Lennon, Mark David Chapman, copie un gesto folle e gli spara 5 volte, colpendolo 4. John non vedrà mai Double Fantasy dominare le classifiche negli USA e nel Regno Unito.

John Lennon. La biografia

1

John Lennon. La biografia

John Lennon. La biografia

Le lettere di John Lennon

2

Le lettere di John Lennon

Le lettere di John Lennon

Working class hero - The definitive Lennon (CD)

3

Working class hero - The definitive Lennon (CD)

Working class hero - The definitive Lennon (CD)

Poster Imagine

4

Poster Imagine

Poster Imagine

Occhiali da sole di John

5

Occhiali da sole di John

Occhiali da sole di John

Double fantasy (vinile)

6

Double fantasy (vinile)

Double fantasy (vinile)

Power to the people: The Hits - John Lennon

7

Power to the people: The Hits - John Lennon

Power to the people: The Hits - John Lennon

Imagine: John Lennon

8

Imagine: John Lennon

Imagine: John Lennon

Vota questo articolo
Rating : 0.0
(ancora nessun voto)

di: Personal Dreamer