ombra

Cyber sex: Cam Girl, le ragazze della porta accanto

Cyber sex: il sesso del terzo millennio è senza corpi

Sono spesso studentesse universitarie, ma non mancano anche le casalinghe e le madri di famiglia che hanno superato la quarantina. Sono accomunate da una tendenza all'esibizionismo e non si fanno alcun problema a mostrarsi nude. Hai capito di chi stiamo parlando? Sono le cam girl, rappresentanti dell'universo "nascosto" di donne disposte a spogliarsi di fronte ad una webcam e ottenere così denaro attraverso la rete.

All'apparenza sono ragazze qualunque, te le puoi quasi immaginare: una vita da studentesse, le incombenze domestiche, il lavoro e i figli. Poi, ad una certa ora del giorno o della notte, inizia la loro inimmaginabile "seconda vita". Si dirigono nella camera da letto e scelgono un completino intimo, uno di quelli un po' più audaci che, per il fidanzato o il marito, indossano soltanto nelle occasioni più piccanti. Accendono il computer, posizionano la webcam e cominciano il loro "lavoro". Si connettono alla rete e iniziano uno striptease ad alto tasso di seduzione, uno spettacolo hard destinato a dei perfetti sconosciuti in quel momento collegati da ogni angolo del mondo. E, se l'esibizione ha successo, la somma lievita di minuto in minuto proprio grazie ai click dei visitatori.

Con il diffondersi della tecnologia, negli ultimi tempi è cresciuto esponenzialmente anche il fenomeno del cyber sex. Difficile dire da cosa dipenda questo vero e proprio boom: probabilmente è un insieme di cause. Sicuramente conta il fatto che, a qualsiasi ora del giorno e della notte, e in totale anonimato, è possibile godersi uno spettacolo con protagonista una donna e i suoi giochini erotici, vivendo, seppur in maniera virtuale, quell'"euforia" che sa regalare il sesso. Inoltre, in molti potrebbero provare un brivido nel sapere che questa performance non ha bisogno di nessun coinvolgimento totale e completo richiesto invece dall'intimità di un vero rapporto, così come può solleticare la fantasia il rendersi conto che quella che si vede sullo schermo potrebbe potenzialmente essere anche la vicina di casa o la collega di lavoro. Non va dimenticato, infine, il fatto che il cyber sex, basato sulla totale assenza di contatto fisico, è dovuto alle crescenti difficoltà emotivo/relazionali delle persone (oltre a una possibile risposta al diffuso timore delle malattie sessualmente trasmissibili).

In ogni caso, quel che è certo è che questo fenomeno è in grado di muovere ingenti somme di denaro, tanto che alcune cam girl, a fine mese, possono contare su un vero e proprio "secondo stipendio" proveniente da questa attività. E non è detto che i partner ne siano sempre all'oscuro, anzi: in alcuni casi certi uomini sono disposti a spendere anche di più per assistere ad un amplesso tra la cam girl e il suo compagno.

Ma chi è il visitatore-tipo di questi siti? Non è facile tracciare un identikit preciso. Secondo alcune indagini sono soprattutto ragazzi i tra i 25 e i 35 anni, single e senza figli e con un livello di istruzione medio-alto a preferire il sesso virtuale. Ecco quindi che, anche attraverso di loro, le cam girl entrano nell'immaginario comune, diventando le nuove ragazze della porta accanto, in grado di muovere ingenti somme di denaro e di abitare i sogni degli uomini del terzo millennio.

di: Personal Dreamer