ombra

La casa della musica, il museo Haus der Musik a Vienna

La casa della musica, il museo Haus der Musik a Vienna

Vienna è nota in tutto il mondo come la città dei musicisti. Durante il XVIII e il XIX secolo, infatti, ha ospitato nei suoi palazzi alcuni tra i migliori compositori dell'epoca, tra cui Ludwig van Beethoven, Franz Schubert, Antonio Vivaldi, Amadeus Mozart e molti altri ancora.

Anche per questo retaggio culturale la capitale austriaca è sempre stata (ed è tuttora) una città che ama profondamente la musica, come si può vedere dalla cura con cui vengono conservati i luoghi in cui i grandi musicisti hanno vissuto e nella voglia di dare opportunità alle nuove generazioni di artisti. A questo proposito, il museo Haus der Musik ne è una prova lampante. Ma cos'è la Haus der Musik? È un centro culturale organizzatissimo, in grado di offrire a tutti gli appassionati di musica, e non solo, un'esperienza davvero stimolante! Esplora il sito ufficiale per un tour virtuale delle sue meraviglie.

Sei piani pieni di documenti, giochi interattivi, esposizioni storiche, strumenti rari e preziosi e tanto altro. Percorrerli significa intraprendere un viaggio attraverso la storia di quella che probabilmente è la forma d'arte più emozionante per la maggior parte di noi. Le emozioni iniziano già dal patio coperto, con la Galleria del Suono, spazio dedicato ad ospitare mostre ed esposizioni, e i giochi di luce della affascinante copertura in vetro.

Il primo piano è dedicato interamente alla storia della Philarmonic Orchestra di Vienna, ed è ricavato proprio nei locali dove visse Otto Nicolai, fondatore dell'Orchestra nel 1842 e direttore per i 6 anni successivi. Al secondo piano si trova invece uno spazio riservato alla Sonosfera, dovete potrai avventurarti nel magico mondo dei fenomeni sonori e acustici e provare a sperimentare, all'interno dell'Instrumentarium, strumenti musicali sovradimensionati.

Passando al terzo piano, si possono incontrare i grandi maestri della tradizione, con ricostruzioni attraverso modelli, costumi, documenti storici e oggetti personali. In questa sezione, oltre ad altre attrazioni come il Namadeus (gioco musicale dedicato a Mozart) o l'installazione Sound:Carpet, potrai addirittura mettere alla prova le tue abilità di direttore d'orchestra con il Virtual Conductor: impugna la bacchetta e scopri le emozioni di sentire l'orchestra suonare con te!

Il quarto piano ospita invece da ottobre 2012 una nuova ed innovativa opera multimediale, un'esperienza multidimensionale che combina musica, canto e vista. Qui si trova anche lo shop del museo, dove trovare gadget e ricordi (a tema ovviamente) da portare a casa con te.E per concludere al meglio la giornata, sali all'ultimo piano ed accomodati ai tavoli del ristorante interno, dove potrai gustare un'ottima cena a base di specialità tipiche viennesi con l'orecchio teso verso la sala concerti lì a fianco, dove scoprire nuovi talenti o riassaporare grandi classici del passato.

Vota questo articolo
Rating : 0.0
(ancora nessun voto)

di: Personal Dreamer