ombra

Una settimana d'amore con la poesia di Edward Cummings

Una settimana d'amore con la poesia di Edward Cummings

Dopo Prévert e Neruda, Personal Dreamer ti propone un altro appuntamento con un grande nome dell'universo della poesia: Edward Estlin Cummings. Anche se molto vicino agli stili d'avanguardia, gran parte del suo lavoro rientra nella tradizione e molte delle sue poesie infatti sono sonetti dedicati all'amore e alla natura.

Sia in libreria che in internet puoi trovare materiale su questo affascinante poeta, ma per aiutarti nella scelta e darti un assaggio del suo modo di scrivere, trovi una selezione di 7 componimenti scelti appositamente per te, a cui vogliamo aggiungere due versi della splendida poesia Dive for dreams, citati all'interno del film Segui il tuo cuore (2010) con Zac Efron:

"Fidati del tuo cuore / se il mare prende fuoco / e vivi per amore / anche se le stelle camminano all'indietro".

Nel panorama letterario americano del secolo, Cummings è un anarchico stimolato da continue folgorazioni: le sue innovazioni grafiche, le ricerche sintattiche, le esplosioni lessicali contribuiscono alla costruzione di una lirica che coinvolge pensieri e percezioni, lo sguardo e l'ascolto, in un fitto intreccio di immagini e di associazioni. Questa edizione ripropone l'antologia uscita per la prima volta da Einaudi nel 1974, tradotta dalla figlia di Pound, Mary de Rachewiltz. Nuova è l'introduzione che Andrea Zanzotto ha scritto appositamente.

Poesie

1

Poesie

Poesie

La raccolta riunisce alcune fra le più belle poesie d'amore di E.E. Cummings scelte fra le più espressive e sperimentali. Il poeta scardina e distrugge la sintassi, inventa neologismi, s'innalza in straordinari voli lirici, rivoluziona l'ambito poetico con un linguaggio non ancora del tutto compreso e spesso intriso di misticismo e di riferimenti filosofici che dà origine a un'infinita varietà di registri. Questa silloge vuole offrire l'opportunità di conoscere uno dei più straordinari poeti americani di tutti i tempi.

Poesie d'amore

2

Poesie d'amore

Poesie d'amore

E.E. Cummings rifletté per tutta la vita sull'amore e sul sesso, e per tutta la vita dedicò alla sfera dell'eros poesie e disegni. Questo volume, assemblato da George J. Firmage, curatore degli opera omnia, riunisce per la prima volta cinquanta poesie per lo più inedite in Italia e tredici schizzi fra i più belli dell'intera produzione del grande poeta statunitense, che testimoniano al meglio la rarità della poesia di Cummings: una poesia che ha saputo coniugare l'inventiva e la sperimentazione formale con la generosità comunicativa e l'adesione gioiosa e vitale alle correnti profonde dell'esistenza terrena.

Che cosa è per me la tua bocca. Cinquanta poesie d'amore carnale e tredici disegni.

3

Che cosa è per me la tua bocca. Cinquanta poesie d'amore carnale e tredici disegni.

Che cosa è per me la tua bocca. Cinquanta poesie d'amore carnale e tredici disegni.

Leggi con calma e lascia che le parole attraversino il tuo cuore... sta a te trovare quelle che più ti piacciono e che ritieni maggiormente adatte per essere dedicate alla tua compagna o al tuo compagno, oppure usale tutte e leggine a voce alta una ogni sera, per vivere una settimana intera sulle ali della poesia.

Scegli il luogo adatto a ricreare un'atmosfera esclusiva e passionale: sdraiati all'ombra di un albero in un parco, in riva al mare al crepuscolo o anche nel salotto di casa tua, con qualche cuscino e una coperta per sedersi a terra e magari un paio di candele accese... ecco che tutto si ferma, in quell'istante così speciale e prezioso in cui i versi d'amore di Cummings faranno da sottofondo alla vostra storia.

---------------------------

MI PIACE IL MIO CORPO QUAND’È COL TUO
 
Mi piace il mio corpo quand'è col tuo
corpo. È una cosa tanto nuova. 
Muscoli meglio e nervi di più. 
mi piace il tuo corpo, mi piace quel che fa, 
e il come. mi piace sentir la sua spina 
dorsale, le sue ossa e il tremolante 
liscio sodo che bacerò
ancora ancora e ancora
di te mi piace baciare questo e quello, 
mi piace, lentamente accarezzare, il folto 
elettrico pelo, e quel che viene a carne 
che si fende... E occhi grandi briciole d'amore,
e forse mi piace il brivido
di sotto me te così nuova
 
--------------------------

IL TUO CUORE LO PORTO CON ME

 
Il tuo cuore lo porto con me
Lo porto nel mio
Non me ne divido mai.
Dove vado io, vieni anche tu, mia amata;
qualsiasi cosa sia fatta da me,
la fai anche tu, mia cara.
Non temo il fato
perché il mio fato sei tu, mia dolce.
Non voglio il mondo, perché il mio,
il più bello, il più vero sei tu.
Questo è il nostro segreto profondo
radice di tutte le radici
germoglio di tutti i germogli
e cielo dei cieli
di un albero chiamato vita,
che cresce più alto
di quanto l’anima spera,
e la mente nasconde.,
Questa è la meraviglia che le stelle separa.
Il tuo cuore lo porto con me,
lo porto nel mio.
 
--------------------------

COSÌ PICCOLE MANI

 
Il tuo più tenue sguardo
facilmente mi aprirà
benché abbia chiuso me stessa
come dita
sempre mi apri petalo per petalo
come la primavera fa
toccando accortamente
misteriosamente la sua
prima rosa
e io non so quello che c'è
in te che chiude e apre
solo qualcosa in me
comprende che è più
profonda la luce dei tuoi
occhi di tutte le rose.
Nessuno... neanche
la pioggia ha...
Così piccole mani.
 
--------------------------

POESIA NUMERO 37

 
da sì lungo il mio cuore é stato col tuo
chiuso fra le braccia flesse nel buio
dove nuove luci germinano e
crescono,
da tempo la tua mente é entrata nel
mio bacio come forestiero
nelle strade e nei colori d'una città-
che forse ho scordato
come, sempre (da quest' affrettata crudezza
di sangue e di carne) Amore
conia il suo più graduale gesto,
e affida la vita a eternità
poi le nostre metà distaccandosi divengono musei
zeppi di ricordi bene impagliati
 
--------------------------
 
LÀ DOVE NON SONO MAI STATO
 
là dove non sono mai stato, piacevolmente oltre
ogni esperienza, i tuoi occhi hanno il loro silenzio:
nel tuo gesto più delicato ci sono cose che m'imprigionano,
o che non posso toccare perché mi sono troppo vicine
il tuo sguardo più insignificante facilmente mi schiude
sebbene io mi sia chiuso come le dita di una mano,
tu mi apri sempre facilmente petalo per petalo come la Primavera apre
(sfiorando abilmente, misteriosamente) la sua prima rosa
o se il tuo desiderio sia chiudermi, io e
la mia vita ci chiuderemo di scatto meravigliosamente, improvvisamente,
come quando il cuore di questo fiore s'immagina
la neve scendere con cautela ovunque;
niente di tutto ci che sperimenteremo in questo mondo è pari
alla forza della tua intensa delicatezza: la cui trama
mi costringe nel colore delle sue terre,
rendendo omaggio alla morte e al per sempre ad ogni fiato
(non so cosa sia di te che chiude
e apre; solo qualcosa mi dice
che la voce dei tuoi occhi è più profonda di tutte le rose)
nessuno, nemmeno la pioggia, ha mani tanto piccole
 
--------------------------
 
STANDO ALL'INFINITO COME STA AL TEMPO
 
Stando all'infinito come sta al tempo,
amore non iniziò più di quanto finirà;
dove nulla è respirare, vagare, nuotare
amore è l'aria l'oceano e la terra
(gli amanti soffrono? ogni divinità
che superba discende s'incarna nel mortale:
gli amanti sono felici? loro minima gioia è
un universo nato da un desiderio)
amore è voce sotto ogni silenzio,
la speranza che non ha contrario in paura;
una forza sì forte che pure potenza è debole:
la verità che vien prima del sole dopo le stelle
- gli amanti amano? al cielo allora l'inferno.
Checché ne dicano saggi e stolti, tutto è bene
 
--------------------------
 
COMPLETAMENTE PAZZO
 
Completamente pazzo è colui
che dice di essere stato innamorato un’ora.
E non perché l’amore declini così presto
ma perché in minor tempo può divorarne dieci.
Chi mai mi crederà se io vi giuro
che quella piaga mi è durata un anno?
Chi mai di me non riderebbe
se affermassi di aver visto una fiasca di polvere
bruciare un giorno intero?
Ah che balocco è un cuore
una volta caduto nelle mani dell’amore!
Tutti gli altri dolori fanno posto ad altri dolori
e solo un po’ ne chiedono per sé.
Essi vengono a noi, ma Amore ci trascina
ci inghiotte e non mastica mai!
A causa sua, come da palle incatenate
intere schiere muoiono.
Egli è il tiranno luccio
e i nostri cuori sono pesciolini.
Se non fosse così
cosa avvenne del mio cuore quando ti vidi la prima volta?
Portavo un cuore entrando nella stanza
ma uscendo dalla stanza non lo avevo più.
Fosse andato da te, lo so bene,
il mio cuore forse avrebbe insegnato al tuo cuore
a mostrarsi verso di me più pietoso.
Ma l’amore, ahimé, al primo soffio
lo infranse come vetro.
Eppure nulla può accadere al nulla
né alcun luogo può essere vuoto.
Per questo penso che il mio petto
conservi ancora quei frammenti
benché non siano più uniti.
E così come ora gli specchi infranti
mostrano centinaia di volti minori,
così i frammenti del mio cuore possono
scegliere,
desiderare
e adorare
ma dopo un tale amore
non possono più amare.

Vota questo articolo
Rating : 0.0
(ancora nessun voto)

di: Personal Dreamer